I nuovi padri dei cartoons americani

i nuovi padri dei cartoons americani

Il cinema americano mainstream ha tanti difetti, spesso innegabili: è violento, rozzo, fa un uso frequente della forza, i suoi personaggi sembrano sempre violenti, monodimensionali, senza sfumature.
Pur avendo le stesse caratteristiche, al cinema d’animazione made in USA va almeno riconosciuta la grande capacità di parlarci sempre al presente, di farci riflettere sui mutamenti sociali in atto nelle società occidentali. È uno sguardo perennemente proiettato sul futuro, che non si appesantisce con zavorre storiche.

A proposito di film d’animazione, nella coda dell’estate 2018 sono arrivate due piccole gemme, due cartoons d’oltreoceano:

Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa e Gli incredibili 2.

“Gemme” per i significati che veicolano, per i simboli che propongono e non tanto per le storie in sé, che ricalcano strade ampiamente conosciute.

Nel primo caso, Hotel Transylvania 3, ritroviamo l’eroe dei due episodi precedenti, il vampiro Drac, padre della graziosa vampiretta Mavis. In questa piacevole pellicola il tema pedagogico per eccellenza è vecchio almeno quanto l’uomo: un adulto, padre e marito, dopo una lunga vedovanza, ha diritto a rifarsi una vita; anche a dispetto delle gelosie e delle aspettative di chi gli sta intorno, che lo vorrebbe eternamente fedele alla defunta moglie?

Drac non osa ammetterlo nemmeno a se stesso ma, dopo millenni nel ruolo di vedovo, vorrebbe finalmente una compagna che gli procuri uno zing, una scintilla d’amore, che non incontra da secoli; tuttavia non si arrischia a rivelarlo alla figlia, piuttosto gelosa del suo rapporto esclusivo con il padre.

Drac dovrà quindi rivedere le sue strategie sedut- tive (piuttosto arrugginite), il suo guardaroba, il suo linguaggio; dovrà in definitiva reinventarsi una nuova vita, come spesso accade in queste situazioni: i figli del primo matrimonio crescono, sono a loro volta impegnati con coniugi e figli e, da soli, si sa, ci si intristisce.

Interessante è la figura di nonno Vlad, nonno di Mavis nonché padre di Drac: un ultrasettantenne, in splendida forma, che sembra aver superato da tempo questi problemi e si gode la vacanza mostruosa, corteggiatissimo da un gruppo di streghe.

Vlad rappresenta lo specchio felice dei tanti nonni attuali, per nulla disposti a curare i nipotini full time – con i quali hanno comunque un bellissimo rapporto – ma ben determinati a godersi la vita finché la salute lo permette.

Sul fronte de Gli incredibili 2, Bob, alias Mr. Incredible, sarebbe anche felice di poter tornare nei panni del supereroe, ma viene relegato al ruolo di “mammo” perché la società dei riflettori, della tv, del web, ormai tutt’uno con la società reale (quella non mediata dagli schermi), preferisce Elastic Girl, più consona al nuovo immaginario “al femminile” e forse anche più fotogenica, elegantissima nei gesti e nei movimenti. Come se la caverà Bob in mezzo a pannolini, poppate e pisolini? Riuscirà a reggere i ritmi infernali della vita domestica?
Entrambi i padri, Bob e Drac, dovranno fare i conti con nuove realtà, fatte di situazioni inaspettate (cambiare un pannolino, addormentare un neonato, dire alla figlia, ora madre, che ci si è inaspettatamente innamorati), con esiti sempre divertenti.

Certo, Hotel Transylvania 3 è ben poca cosa se paragonato ai due precedenti, decisamente da recuperare. Il primo vede Drac terrorizzato (lui, un vampiro!) dalla figlioletta che vuole uscire fuori dall’angusto e triste castello, dove però sarà esposta a pericoli, anche a quello d’innamorarsi. Il secondo film della serie, anch’esso piuttosto interessante, vede Drac tremendamente
in ansia per il nipotino che deve nascere: avrà i canini sviluppati o sarà un molle “sdraiato” come il padre? Saprà trasformarsi in un vampiro e volare nel buio?
E come scordare il primo The Incredibles, pieno di esilaranti gag, litigi e discussioni, dove sono rappresentate gelosie tra coniugi, tra fratelli e sorelle, tra figli e genitori? Una famiglia viva, un cuore pulsante di emozioni e passioni, incredibilmente normale, altro che supereroi!

Posted on 30/04/2019 in cinema

Share the Story

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top

Questo sito contiene cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. leggi l'informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi